Imu seconda casa Irpef

Imu seconda casa Irpef. A partire dal 2012 è stata introdotta dal Governo Monti la nuova Imposta Municipale Unica sui Fabbricati, meglio conosciuta come IMU. Si tratta di una imposta che interessa ogni proprietario di immobile che va a sostituire l’ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) e l’Irpef immobiliare (Imposta sul degli Immobili delle Persone Fisiche).

Per chi ha una sola abitazione principale, ovvero una casa dove è domiciliato e risiede stabilmente, assistiamo a un doppio prelievo, visto che fino al 31.11.2011, era esentato sia dall’Ici che dell’Irpef.

Ma veniamo agli aspetti che interessano Imu seconda casa Irpef. L’accorpamento di Ici e Irpef per i proprietari di seconde case, in alcuni casi limite, può risultare anche più conveniente dei precedenti tributi.

Ciò dipende non solo dalle aliquote base imposte dallo Stato, ma anche dalle decisioni prese dai singoli Comuni, che decideranno aliquote ed eventuali (improbabili) riduzioni. Secondo la norma generale, infatti, sono definiti gli importi minimi e massimi. Spetta poi ai Comuni, visto che si tratta di un’imposta municipale, definire, sulla scorta delle proprie esigenze di finanza locale, gli importi esatti.

Facciamo un esempio per comprende come cosa cambia, con il passaggio da Ici a Imu, per i proprietari di seconde case. Prendiamo in esame un immobile abitativo di categoria A2, sfitto e a disposizione nel Comune di Roma, la cui rendita catastale è intorno alle 1400 euro.

Secondo la precedente tassazione, avremmo un’aliquota Ici del 7 per mille e un’aliquota Irpef del 23%. Per il contribuente ciò si traduce in un aggravio fiscale pari a circa 1470 euro. Mentre con l’imu, lasciando inalterata la rendita catastale, abbiamo un’aliquota base dello 0,76%. E quindi un’imposta del valore di circa 1777 euro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>